Call Center per info e prenotazioni: 041 8627167 (dal lunedì a venerdì 9.00 - 13.00) - Biglietteria: 049 8245284 (in orario di apertura Museo) villabassi@coopculture.it

DONNA MUSA ARTISTA

Ritratti di Cesare Tallone tra Otto e Novecento

14 settembre 2024 – 12 gennaio 2025


Direttore all’Accademia Carrara di Bergamo e professore di pittura a quella di Brera, Cesare Tallone (1853 – 1919) artista di grande successo, ritrattista della Regina Margherita e fondatore di una delle prime scuole di pittura femminili, è il protagonista della mostra DONNA, MUSA, ARTISTA. Ritratti di Cesare Tallone tra Otto e Novecento, a cura di Raffaele Campion, Silvia Capponi, Elena Lissoni e Barbara Maria Savy, ospitata nelle sale di Villa Bassi Rathgeb ad Abano Terme (PD) dal 14 settembre 2024 al 12 gennaio 2025. 

La mostra – la prima interamente prodotta, organizzata e promossa dal Comune di Abano Terme, attraverso il Museo Villa Bassi Rathgeb – nasce da un lavoro di studio e di approfondimento sulla collezione permanente del Museo e in particolare sul nucleo di opere di Cesare Tallone, dando particolare rilievo alla produzione ritrattistica femminile dell’artista, che racconta il ruolo delle donne nella società italiana tra fine Ottocento e inizio Novecento.

Nel percorso espositivo, a dialogare con Tallone, si inseriscono, tra gli altri, il Ritratto di Emma Gramatica (1911) di Lino Selvatico della Galleria Ricci Oddi di Piacenza e il Ritratto di signora con fiori di Giovanni Boldini – “Ospite illustre” al quale sarà riservato un approfondimento – che racconta al pubblico quella diversa visione del mondo femminile caratteristica della Belle Époque.

La famiglia Tallone

La mostra presenta alcuni dei ritratti della famiglia Tallone, tra cui quello della moglie dell’artista, la poetessa Eleonora Tango, e dei figli Guido e Irene, raffigurati dal vero nelle vesti di pastorelli, ciociare, massaie, e talvolta in immagini dal sapore intimo e sognante. Dipinti di genere, ritratti e fotografie rendono possibile una riflessione sulla rappresentazione e autorappresentazione delle donne nella società italiana tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento.

I ritratti femminili

In questo contesto, libero e aperto, prendono vita alcuni ritratti femminili dell’artista che restituiscono un caleidoscopio di immagini emblematiche di una società in trasformazione, dal Doppio ritratto femminile (1887) a quello dell’attrice Lina Cavalieri (1905 circa), icona di stile che campeggia anche nel manifesto Campari presente in mostra insieme ad altri della Collezione Salce di Treviso, fino allo “scandaloso” Nudo femminile (1913 circa).

Ulteriori Informazioni

Prodotta e promossa da Comune di Abano Terme – Museo Villa Bassi Rathgeb

In collaborazione con CoopCulture

Con il patrocinio del Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova

 

CONTATTI PER LA STAMPA

Lara Facco P&C

Via della Moscova 18, 20121 Milano | press@larafacco.com

Lara Facco | M. +39 349 2529989 | E. lara@larafacco.com

Camilla Capponi | M. +39 366 3947098 | E. camilla@larafacco.com

Marta Zanichelli | M. +39 339 2816693 | E. martazanichelli@larafacco.com

Contatti:

Villa Bassi Rathgeb
Via Appia Monterosso 52

Call Center per informazioni e prenotazioni:

041 8627167

(dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00)

Biglietteria:

049 8245284

(solo in orario di apertura Museo)

villabassi@coopculture.it

 

Privacy Policy

Lascia un messaggio